CUEA - Corsi - Pittura SEVEDI

corso di PITTURA col metodo SE.VE.DI.

Centro Umanista di Espressione Artistica

Il Corso

Questo metodo garantisce a tutti di imparare a dipingere da zero. Non si insegna a diventare artisti ma a Sentire il colore a Vedere la tonalità per poterla, infine, Dipingere correttamente sul foglio. Il metodo Sentire Vedere Dipingere (SE.VE.DI.) si basa sul principio che il colore è principalmente frutto di una variazione cromatica che non si scorge con la mente, che analizza con precisione una linea, ma di una sensibilità di relazione con l’ambiente. Uno stesso colore cambia la sua natura se si trova inserito in un campo verde, grigio o rosso. Non è lo stesso colore. Il colore è vibrazione e canto, è emozione, è principalmente sensibilità.
Attraverso questo metodo, che si basa su appositi esercizi di “sensibilizzazione” cromatica, si allena un intuito che suggerisce alla mente cosa vedere, la guida verso l’osservazione delle proprietà luministiche e cromatiche. Poi la mente che vede, può in questo modo guidare la mano a dipingere

Nella pittura, e nel metodo SE.VE.DI. rispetto a quello per disegnare VE.RA.DI., non è il ragionamento che conduce il candidato a dipingere come lo ha guidato nel disegno, ma una sensibilità emotiva che coglie del colore la sua essenza spirituale.

Introduzione al corso
Dipingere da soli da autodidatti, può dare tante soddisfazioni,  ma senza un metodo è spesso fonte di frustrazione e di sconforto. Il colore, rispetto alla linea, sfugge ed è per su natura incontrollabile, bizzarro ed estremamente variabile. Come lo sono d’altronde le emozioni.  Infatti, se il pericolo di chi non disegna con metodo è quello di fare errori di proporzione, di forma delle linee, di ridurre la realtà copiata ad uno stereotipo, nella pittura il maggiore pericolo è quello di non avere nessun controllo sul colore fare un minestrone disordinato, ma anche quello di non avere forza, energia e contrasto e di rendere il tutto piatto, o troppo acceso, sporco o sbiadito.

Non preoccupatevi se fino ad ora i vostri risultati sono stati deludenti, non è perché non siete portati o non ne siete capaci, ma semplicemente perché è venuto a mancare un codice di apprendimento.

Attraverso il metodo SE.VE.DI. capirete come guardare le differenze luministiche e come vanno dipinte, capirete quali siano i passaggi per ottenere certi effetti, quale pennello va usato e per quale risultato, come si stende il colore, come si mischiano tra loro, come si esaltano o come si annullano. Lo vederete facendo ed affinerete quella sensibilità che vi condurrà a vedere le differenze e le relazioni cromatiche e la loro forma.

Per partecipare ai corsi di pittura col metodo SE.VE.DI. non è necessaria una approfondita conoscenza del disegno ma solo la capacità di copiare le forme da fotografie.

Programma

1° trimestre - LE BASI DEL COLORE
Come nel metodo di disegno, si parte da elementi semplici e comprensibili: primo fra tutti il colore e la sua natura. La base di tutti i colori è composta da soli tre colori - blu, rosso, giallo - più il bianco. Il nero, che noi adoperiamo, si può ottenere unendo i tre colori, che vengono chimati primari, e che servono come base per ottenere tutti gli altri. Le prime lezioni non si dipinge niente di preciso, ma solo si cerca di riconquistare la gioia di dipingere, di sentirsi liberi nel "pennellare", usando un solo colore per volta con le adeguate sfumature. Poi si procede ponendo in relazione i colori tra loro e vdendo cosa succede nel metterli gli iuni accanto agli altri. Questo primo trimestre serve per acquisire la base del pittore: sensibilità cromatica e chiaroscurale.

Programma:le proprietà fisiche del pigmento - le proprietà simboliche ed allegoriche del colore - colori primari, secondari terziari secondo il modello di Goethe - colori complementari - legge dei contrasti - contrasto chiaro scuro - contrasto colori puri - contrasto complementari

I materiali sono: cartoncini bianchi formato 50x70; set di colori acrilici in tubetto grande bianco, nero, blu, rosso e giallo primari; i pennelli e i camici sono forniti dal CUEA. I materiali sono a carico degli allevi.


2° trimestre - PITTURA ad ACQUERELLO
Prima di studiare ed applicare la tecnica delle sovrapposizioni si realizzerà lo studio del soggetto da dipingere che può essere, a scelta dell’allievo, della figura umana o del paesaggio. Vi guideremo nel risolvere i problemi legati a queste due tipologie di raffigurazione e alla loro resa pittorica. L’acquerello è realizzato con polvere finissima di colore e con fissante sintetico. La sua caratteristica principale è quella della trasparenza (l’acquerello si fonde sovrapponendosi come un vetro colorato). Se provassimo a diluire sia la tempera che l’acrilico nella stessa percentuale di acqua che si usa normalmente con l’acquerello non otterremmo lo stesso effetto. La lavorazione del pigmento è differente, finissima e brillante, viva ed eterea allo stesso tempo. Altra sua caratteristica è la leggerezza, l’impalpabilità volendo, la freschezza del mattino. Ci vuole una sensibilità soave e leggera per capire e sfruttare al meglio questo mezzo.

Programma: stesura uniforme a “goccia” - stesura in sovrapposizione - stesura in sfumatura a sovrapposizione - stesura in sfumatura liquida - volume delle forme (sfera e cono) - studio dei piani compositivi - studio dei soggetti naturali (albero, foglie, erba, roccia, nuvole, acqua) - ricerca dei soggetti e studio delle fasi di realizzazione - pittura di un paesaggio - studio della composizione e dell’inquadratura - studio dei soggetti (panneggio e volto) - ricerca dei soggetti e studio delle fasi di realizzazione - pittura della figura

Materiali: carta per acquerello martellata misto cotone di qualità media per usare per le prove di un formato piccolo, circa 20x15 cm, carta per acquerello a scelta di qualità per le pitture dei soggetti di un formato massimo di 25x35 cm. Pennelli per acquerello sintetici per iniziare e/o di martora per chi ha già esperienza, numeri 3, 6, 10. Set di colori in pasticca di buona qualità di almeno 12 tinte differenti escluso i bianco.
I materiali sono a carico degli allevi.


3° trimestre - PITTURA ad ACRILICO
Anche qui si realizzerà lo studio del soggetto da dipingere che sarà del paesaggio e della figura umana. Con l’acrilico, al contrario dell’acquerello che non è coprente, si realizzeranno lavori anche su cartoncino nero o colorato, e su tavole di masonite pre trattate col gesso acrilico, per scoprirne la differente resa estetica ed espressiva. L’acrilico è un colore più moderno dell’acquerello. A differenza della tempera, che è rigida, secca e opaca, l’acrilico è morbido, quasi gommoso, e semi-lucido. Le tonalità che si trovano in commercio sono molto vaste e moderne questo consente di realizzare qualsiasi tipo di soggetto “corposo” e con colori brillanti. Al contrario dell’olio, che richiede diluenti chimici e tossici, l’acrilico essendo un colore ad acqua non richiede attrezzature o luoghi particolari per il suo utilizzo. Questo ne fa il colore moderno per eccellenza.

Programma: stesura uniforme - studio del pigmento e della copertura - stesura sfumata - resa del volume (sfera e cono) - teoria dei contrasti - stesura chiaroscurale - pittura monocroma - teoria del colore - studio dell’azione del colore - studio dei soggetti naturali (albero, foglie, erba, roccia, nuvole, acqua) - ricerca dei soggetti e studio delle fasi di realizzazione - pittura di un particolare del paesaggio - studio della composizione e dell’inquadratura - studio dei soggetti (panneggio e volto) - ricerca dei soggetti e studio delle fasi di realizzazione - pittura della figura

I materiali sono: cartoncino semiruvido di spessore minimo 200 g, di qualità media per usare per le prove di un formato piccolo, circa 20x15 cm, in formato 35x50 cm o 50x70 cm per le pitture finali. Per chi lo desidera può portare anche altri tipi di supporto come cartoncino telato o tela se desiderano conservare più a lungo le proprie pitture. Pennelli sintetici o pelo di bue a sezione tonda i numeri 3, 6, 10 a punta piatta il numero 8 o 10. Set di colori primari acrilici di buona qualità (blu ciano, rosso magenta, giallo primario) nero e bianco. I materiali sono a carico degli allevi.

Durata e iscrizione

Durata Il percorso formativo completo, tre trimestri, è costituito da 36 incontri, uno a settimana. Una persona può scegliere di partecipare a tutti o uno o due trimestri. Le lezioni sono di circa due ore e possono svolgersi in orario pomeridiano dalle 18.00 alle 20.00 oppure serale dalle 20.30 alle 22.30. Le fasce orarie si sceglieranno in base alle iscrizioni e alle preferenze degli iscritti. La cadenza è settimanale ed è a giorno fisso, ovvero si decide un giorno settimanale e sempre si mantiene quel ritmo. Un corso si attiva solo se si raggiunge in numero minimo di partecipazione di 8 persone iscritte.

Il costo varia da 150 a 120 euro a trimestre a seconda del luogo di svolgimento.

L'insegnante

Simone Casu.
Si dedica da diversi anni allo studio di nuove metodologie didattiche elaborando i metodi VE.RA.DI. (Vedere Ragionare Disegnare, scoperto di Giovanni Spinicchia) VE.SE.DI. (Vedere Sentire Dipingere) e ES.TE.TRA. (Espressione Tecnica Trascendenza). Da oltre vent'anni pratica la pittura, il disegno, il fumetto, l'illustrazione e la fotografia. Le sue esperienze artistiche spaziano dal teatro, sia come autore che come attore, al canto lirico, alla scrittura di racconti e poesie. In questi anni la sua attività è concentrata sulla pittura. Non si considera un artista ma un ricercatore che trova ogni tanto delle soluzioni alle sue inquietudini in misura notevolmente ridotta rispetto a ciò che cerca.

Nel 2006 è stato fondamentale l'incontro con Giovanni Spinicchia con il quale ha scritto il libro "Impara a disegnare" edito dalla Macro che attesta il metodo.

Nel 2006 fondo l'Istituto Internazionale di Arte Trascendentale ESTETRA tenendo seminari specifici in tutta Italia e in Spagna.

Nel 2013 pubblico la traduzione in italiano moderno del Trattato di Pittura di Leonardo Da Vinci, corredato di note critiche e di nuove illustrazioni.

Quando

Il corso sarà preceduto da una serata di presentazione in cui si illustra il piano di studio, si presenta l'insegnante e si raccolgono le iscrizioni. Sono aperte le iscrizioni

Dove

Nelle diverse sedi di Attigliano (Sede comunale), di Terni (Borgo Rivo) di Orvieto (Centro Sociale di Orvieto Scalo)

Home
 Chi siamo
 I Corsi
 Link
 Saggi

 Appuntamenti

Info